Connect with us

Insetti e Aracnidi

Sognare formiche, qual è il significato?

Published

on

Cosa significa sognare formiche? Una formica nera. Sognare formiche, qual è il significato?

Sognare le formiche: significato e interpretazione

La formica è un insetto attivo, operoso e capace. È in grado di spostare carichi maggiori al peso del suo stesso corpo e da sempre è considerata il simbolo per eccellenza del duro lavoro e di energia. Esopo scrisse persino una favola su questo animale, la cui storia e morale viene raccontata fin da bambini e tramandata. Seppur la sua immagine abbia un chiaro significato positivo, sognare formiche può esprimere una sorta di raccomandazione e di avvertimento. In questo articolo andremo a vedere cosa significa sognare formiche e le varie interpretazioni in base a quello che accade nel sogno. Certo sognare le formiche non è comune come sognare serpenti, ma proveremo comunque a scoprire i molteplici significati di questi insetti nei sogni.

Sognare formiche significato

Sognare le formiche, il più delle volte, può significare che qualcosa di buono sta per arrivare nell’ambito lavorativo. Poichè la formica ha uno spirito diligente e laborioso, vederla in sogno, può designare che quello che si vuole ottenere verrà conquistato con il tempo e con tanto sforzo. Al contrario, però, può esortare a non essere pigri, negligenti ed essere organizzati per evitare impedimenti per lo scopo che si vuole conquistare.

Sognare tante formiche

Vedere tante formiche in un sogno può voler dire collaborazione. In natura, le formiche lavorano in colonie e cooperano per la ricerca e lo spostamento di cibo. In un sogno questo può essere connesso al modo in cui si reagisce ad una certa attività lavorativa e come si collabora con gli altri, magari in un lavoro di gruppo.

LEGGI ANCHE:  Baco da seta: caratteristiche, storia e allevamento

Sognare formiche di colore e grandezza diversa può simboleggiare differenti concetti:

Formiche rosse nei sogni, cosa significa? Sognare formiche, qual è il significato?

Sognare formiche rosse:

Le formiche rosse possono essere associate a svariati problemi che possono incorrere nelle mansioni lavorative, ugualmente possono essere complicazioni e litigi con colleghi o collaboratori. Può richiamare a una condizione preoccupante che va chiarita e che potrebbe degenerare. Se si sogna che le formiche rosse pizzicano può significare un grande dolore.

Sognare formiche nere:

Le formiche nere, invece, rappresentano un piccolo grattacapo, una seccatura che si sta mascherando ma che andrebbe al più presto risolta.

Sognare formiche bianche:

Il bianco è simbolo di purezza e di generosità. Sognare le formiche bianche, però, ha un significato più ambiguo e che va a toccare non soltanto l’ambito lavorativo ma può indicare qualcosa di nascosto, qualcuno che sta celando dei fatti accaduti. Oppure un’abitudine quotidiana che sta deteriorando la propria vita. Naturalmente l’interpretazione delle formiche bianche può essere inteso positivamente o negativamente a seconda della sensazione che si ha mentre si sogna.

Sognare formiche giganti

Se invece ti capita di sognare formiche molto grandi vuol dire semplicemente doversi impegnare con più combattività per poter ottenere un grande risultato.

Sognare formiche nel letto

Il più delle persone dicono di sognare formiche addosso e di vederle nel letto. Sognare essere ricoperto da formiche ha un significato alquanto negativo. Potrebbe voler dire che si hanno svariati fastidi che molto presto potrebbero diventare dei veri e propri problemi. Sognare formiche in testa, mentre si sta dormendo, potrebbe essere interpretato come delle piccole preoccupazioni che mettono in apprensione.

Sognare formiche in casa

La casa è il simbolo della sicurezza e degli affetti. Sognare un’invasione di formiche nella propria abitazione potrebbe indicare uno scontro insoluto con un familiare, o una persona importante. Sognare scarafaggi e formiche in casa, invece, può indicare una paura irrazionale contro uno o più familiari. Sognare ragni e formiche, al contrario, può significare la liberazione da un tormento. Comunque per comprendere appieno il significato, è necessario ricordarsi nei dettagli l’emozione che si prova durante il sogno per poterlo interpretare.

LEGGI ANCHE:  10 pazzesche curiosità sui gatti che pochi conoscono

Sognare formiche numeri

Il numero legato alla formica è il 77. Se le formiche pizzicano il numero da giocare è il 52, se sono in massa il numero è il 65. Se, invece sono in casa giocate il 45.

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Insetti e Aracnidi

Baco da seta: caratteristiche, storia e allevamento

Published

on

Tutto sul baco da seta. Baco da seta: caratteristiche, storia e allevamento

Scopri tutto quello che c’è da sapere sul baco da seta.

Se stai cercando informazioni sul baco da seta, forse stai facendo una ricerca sul baco da seta per la scuola, oppure vuoi utilizzare questo bruco come alimento per rettili e altri animali, o più semplicemente vuoi sapere di più su questo curioso insetto. Quindi che si tratti di baco da seta ricerca per bambini o informazioni su come allevare il baco da seta, questo è proprio il posto giusto. Le informazioni fornite, infatti, sono utili per l’allevamento, ma anche per svolgere una ricerca, in quanto sono precise, approfondite ma anche non dispersive. Quindi non ti resta che metterti comodo, prendere un quaderno per gli appunti e iniziare a leggere questa guida completa. In questo articolo:  

Storia del baco da seta.

Questo simpatico bruco è la larva del Bombyx mori, una falena della famiglia Bombycidae, originaria dell‘Asia centro-orientale. È un insetto economicamente importante, essendo un produttore primario di seta. Si dice che la storia del baco da seta e la storia della seta, risale ai tempi antichi in Cina. La storia più comune sulle origini dell’allevamento di questo bruco inizia nel 2640 aC quando Si-Ling-Chi, un’imperatrice cinese stava semplicemente camminando nel suo giardino, quando un bozzolo cadde nel suo tè. Dopo averlo raccolto, scoprì che il bozzolo cominciava a disfarsi, formando una bella stringa di ciò che è ora noto come seta. Ciò che è sicuro è che i bachi da seta furono addomesticati in Cina oltre 5.000 anni fa. Da allora, la capacità di produzione della seta di questa specie è aumentata di quasi dieci volte. Infatti, la forma addomesticata, rispetto alla forma selvatica, ha aumentato la dimensione del bozzolo, le dimensioni del corpo, il tasso di crescita e l’efficienza della sua digestione. Ha sviluppato tolleranza per la presenza umana e anche per vivere in condizioni affollate. La falena addomesticata non può volare, quindi ha bisogno di assistenza umana per compiere il proprio ciclo. A causa delle sue piccole dimensioni e della sua facilità di coltura, il baco da seta è diventato un organismo importante nello studio della biologia dei lepidotteri e degli artropodi.
LEGGI ANCHE:  10 pazzesche curiosità sui gatti che pochi conoscono

Ciclo baco da seta.

Baco da seta Baco da seta: caratteristiche, storia e allevamento Il baco inizia la sua vita come un piccolo uovo deposto dalla falena femmina. L’uovo, deposto in estate o all’inizio della primavera, rimane dormiente fino a quando il calore della primavera non lo stimola a svilupparsi. Quando i bachi da seta si schiudono in primavera, sono piccoli 3 mm circa e pelosi, richiedono nei loro primi giorni giovani foglie di gelso tenero, mentre crescono possono mangiare foglie più dure e più tardi nel loro sviluppo mangeranno qualsiasi foglia di gelso che puoi fornire. Le larve attraverso cinque fasi di crescita. Il baco da seta muta la pelle cinque volte, con la prima muta il baco da seta perde il suo aspetto peloso, e per il resto della sua vita larvale la sua pelle è morbida e liscia. I bachi da seta crescono rapidamente, raggiungendo alla fine le dimensioni di un dito anulare. Poi filano dei bei bozzoli ovali bianchi o gialli in cui si rinchiudono. Dopo 2-3 settimane le falene adulte bianchissime emergono dai bozzoli. Si arrampicano, vibrano rapidamente le ali e si accoppiano, ma non volano o tentano di scappare dal loro contenitore. Durante la fase adulta del ciclo vitale, le farfalla baco da seta non mangiano né bevono. Dopo l’accoppiamento, la femmina depone molte uova e le falene muoiono. Maschi e femmine sono leggermente diversi. La femmina ha un addome più grande. Il maschio ha un paio di antenne molto più grandi, che sembrano lunghi rastrelli o sopracciglia a pettine e vibra rapidamente le sue ali per attirare una femmina.

Allevamento baco da seta.

Ecco alcuni consigli pratici per allevare bachi da seta. Scopri cosa fare per avere il tuo piccolo allevamento e prenderti cura di questi insetti molto facili da allevare e gestire.

Alimentazione del baco da seta

  Many silkworms eating mulberry leaves Baco da seta: caratteristiche, storia e allevamento I bachi da seta mangiano le foglie di gelso, anche per questo motivo è chiamato bombice del gelso. Ma ottenere foglie in tarda primavera e nei mesi invernali per nutrirli è quasi impossibile, poiché gli alberi sono decidui.
LEGGI ANCHE:  Scarabeo ercole: prezzo e allevamento
Le uova di bachi da seta devono schiudersi quando sono disponibili foglie di gelso. Se non sei sicuro di quando i gelsi inizino a germogliare nella tua zona, fai una ricerca o chiedi al vivaio più vicino.

Habitat per allevamento bachi da seta

Una scatola da scarpe è tutto ciò di cui hai bisogno per creare un habitat per i bachi da seta. Scegli un posto nella stanza dove i bachi da seta possano stare caldi, ma non alla luce diretta del sole. Posiziona la scatola da scarpe in una busta di plastica aperta o poni un foglio di plastica sopra la scatola. L’idea è di ridurre un po’ l’evaporazione dalle foglie senza sviluppare un ambiente umido. Se le uova sono sparse per tutta la scatola, le larve invece dovrebbero essere poste su una foglia. Le nuove larve devono essere raccolte ogni giorno e poste su una foglia di gelso fresca.

Larva di baco da seta.

Bruchi baco da seta Baco da seta: caratteristiche, storia e allevamento La larva di questa falena è delicata all’inizio e non dovrebbe essere maneggiata per le prime 2 settimane se non con un pennello piccolo. Quando le larve sono lunghe 2 cm, si possono prendere attentamente e tenerle delicatamente. Le larve sembrano sopravvivere meglio se sono tenute insieme in una singola coltura all’inizio della loro vita, in seguito possono essere tenute in coppia o piccoli gruppi.

Pianifica la rotazione per l’allevamento bachi da seta.

bozzolo del baco da seta Baco da seta: caratteristiche, storia e allevamento Prendi una scatola di cartone ondulato di medie dimensioni e un paio di scatole di carta per uova. Apri i cartoni delle uova e attaccali alle pareti interne della scatola. I bachi da seta gireranno nelle depressioni nei cartoni delle uova. I bruchi devono essere tutti in questa scatola per far generare i bozzoli bachi da seta. Il tempo per questa fase verrà segnalato dalla prima larva che inizia a fare il bozzolo.

Preparati per gestire le falene del baco da seta. 

Una volta che le larve generano i bozzoli, non richiedono ulteriori cure. Le falene emergeranno in un paio di settimane e potranno essere gestite facilmente. Non mangiano né bevono: si accoppiano, depongono uova e muoiono.
LEGGI ANCHE:  Ragno violino: tutto quello che devi sapere su questo ragno italiano

Preparati per l’accoppiamento e la deposizione delle uova. 

Prendi una grande scatola piatta, o taglia una più grande a circa 10 cm e poni della carta sul fondo. Quando gli adulti escono dai bozzoli, spostali in questa nuova scatola. In questo modo le femmine deporranno le uova sulla carta, rendendole facili da raccogliere.

Raccogli le uova baco da seta.

Le uova rimarranno vitali per un anno con la minima cura. Sigillale in una busta con cerniera etichettata e mettili in frigorifero. In questo modo potrai farle schiudere ciclicamente in modo da avere i bruchi solo nei periodi in cui è possibile procurarsi foglie di gelso.

Baco da seta vendita.

Vuoi comprare dei bachi da seta? Facendo una ricerca sul web puoi trovare diversi ecommerce che vendono questi bruchi e li spediscono tramite corriere espresso fino al tuo domicilio.

Immagini baco da seta:

Se rechi delle immagini baco da seta gratis puoi scaricare quelle che trovi di seguito. Per approfondire puoi anche andare su baco da seta wikipedia e se questo articolo ti è stato utile per la tua ricerca non dimenticare di citarci nella sitografia, ne saremo molto orgogliosi. Ad ogni modo come hai potuto vedere, allevare questo insetto è molto facile quindi è consigliato anche per far comprendere la biologia degli insetti ai bambini. Non per questo, soprattutto in America, questo artropode è spesso allevato in classe, il che sembra proprio un’ottima idea da applicare anche nel nostro paese per avvicinare i bambini al fantastico mondo della biologia e degli insetti.
Continue Reading

Insetti e Aracnidi

Scarabeo ercole: prezzo e allevamento

Published

on

Maschio di scarabeo ercole Scarabeo ercole: prezzo e allevamento

Scopri quello che c’è da sapere sullo scarabeo ercole e il suo allevamento.

Lo scarabeo ercole, Dynastes hercules è il più grande coleottero del mondo. È originario dell’America centrale e del Sud America. Il maschio può raggiungere fino a 178 mm di lunghezza, mentre le femmine che sono più piccole possono possono arrivare fino a 80 mm di lunghezza. I maschi presentano elitre giallastre con punti neri. Il loro magnifico corno può raggiungere più della metà della loro lunghezza totale. Le sue straordinarie dimensioni hanno ispirato il suo nome: scarabeo hercules o hercules beetle in inglese, che si rifà appunto a Ercole dalla mitologia greca. Le femmine sono di colore brunastro, con i bordi vicino al dorso che hanno una sfumatura giallastra. Questi coleotteri trascorrono da uno a due anni come larva e circa 6 mesi da adulto. Tuttavia, se trattati con le dovute cure possono vivere in cattività fino a 1 anno. I più diffusi sul mercato italiano sono: Dynastes hercules hercules e dynastes hercules lichyi, vediamo come allevarli.

Cura delle larve di scarabeo ercole

Larva di Dynastes hercules  Scarabeo ercole: prezzo e allevamento

Le larve attraversano tre fasi: L1, L2 e L3. Anche se le larve di questo insetto non sono cannibali è consigliato allevarle singolarmnete in contenitori di almeno 10 litri. Le larve mangeranno molto humus, quindi sarà necessario continuare a rabboccare e rimuovere le feci dalla superficie. Per avere coleotteri hercules davvero grandi, dovresti cambiare l’humus alcune volte all’anno e mantenere la temperatura il più possibile vicina ai 22-25 gradi Celsius. Ciò potrebbe richiedere l’utilizzo di un tappetino riscaldante per terrario da porre sotto un contenitore in polistirolo che a sua volta conterrà i vari barattoli con le larve. Per quanto riguarda il substrato, questo deve essere un miscuglio di legno marcio di quercia e foglie, ma per ottenere risultati ottimali ti consiglio di acquistare substrati già pronti.

LEGGI ANCHE:  Scarabeo ercole: prezzo e allevamento

Le femmine rimarranno nello stadio larvale per circa 1 anno, mentre i maschi rimarranno come larve per circa 2 anni. Le grandi larve dei maschi possono pesare circa 100 grammi. Le larve inizieranno quindi a creare una camera orizzontale per impuparsi. Se il contenitore è troppo piccolo, il maschio finirà con un corno storto, quindi attenzione alle dimensioni del contenitore. Dopo che le larve avranno costruiscono le loro camere, tutto ciò che devi fare è aspettare. Gli scarabei Ercole rimarranno come una pupa per circa 2 mesi. Quindi trascorreranno altri 1 o 2 mesi in “dormienza” prima che inizino a diventare attivi.

Pupa di Dynastes hercules  Scarabeo ercole: prezzo e allevamento

Allevamento del Dynastes hercules adulto

Per allevare scarabeo ercole correttamente devi usare una substrato formato da una miscela di conifere, in quanto riduce al minimo i problemi che potresti avere con gli acari durante i mesi estivi. Questo substrato dovrebbe essere mantenuta umida e abbastanza profonda da permettere agli scarafaggi di nascondersi. La femmina scaverà spesso nel substrato, invece il maschio trascorrerà la maggior parte del suo tempo in cima ai rami. Metti uno o due grandi pezzi di legno nel terrario in modo che possa usarli per arrampicarsi. Metti un piatto di ceramica poco profondo e schiaccia la gelatina di coleottero in modo che il maschio possa facilmente accedere alla gelatina anche con il suo lungo corno. È meglio usare la gelatina per coleotteri che è ricca di proteine, poiché questo allungherà la vita del tuo coleottero ercole. Gli scarabei Ercole dovrebbero essere in grado di vivere per un anno. La temperatura ottimale per gli scarabei Ercole è compresa tra 22 e 25 gradi Celsius.

Dato che sono dei coleotteri molto grandi, devi assicurarti di avere dei grandi contenitori per metterli dentro. È anche meglio tenere separati maschi e femmine fino a quando non sei pronto per allevarli. Ci sono un paio di cose da sapere con il tuo contenitore configurato. I coleotteri di grandi dimensioni possono essere stressati in piccoli spazi, quindi è consigliabile lasciarli volare o vagare per la casa a volte.

LEGGI ANCHE:  10 pazzesche curiosità sui gatti che pochi conoscono

Riproduzione dello scarabeo ercole

larva pupa e adulto di Dynastes hercules  Scarabeo ercole: prezzo e allevamento

Dopo il passaggio da una pupa a insetto adulto, ci vuole un po’ di tempo prima che il Dynastes hercules inizi a mangiare. Dovresti aspettare almeno un mese dopo che gli scarabei hanno iniziato a mangiare la gelatina prima di metterli insieme per riprodursi.

Se le condizioni di cui sopra sono soddisfatte, puoi mettere insieme il maschio e la femmina per circa una settimana. Durante questo periodo, si spera che si accoppino. I maschi e le femmine generalmente vanno d’accordo, ma è meglio separarli il prima possibile dopo l’accoppiamento.

A volte l’accoppiamento può risultare un po’ difficile, poiché proverà rapidamente ad evitare la sua presa. Potrebbe essere d’aiuto aspettare che la femmina mangi la gelatina di coleotteri prima di introdurre il maschio nelle immediate vicinanze per renderlo un po’più facile. Assicurati inoltre che ci siano pezzi di legno grandi su cui possano stare in piedi, il che rende anche più facile bilanciare e trattenere.

Mentre aspetti che i coleotteri si accoppino, inizia a preparare un altro grande contenitore con humus affinché la femmina deponga le sue uova. Dovresti compattare questo humus con il tuo pugno fino a una profondità di 10 cm. È necessario mantenere le temperature sopra i 22 gradi Celsius. Se diventa troppo freddo, le uova non si schiudono. Aggiungi più humus sopra all’humus compatto in modo che il contenitore sia pieno all’80%. L’humus che hai messo sopra non ha bisogno di essere compattato. Assicurarsi che l’humus sia mantenuto umido. Metti una gelatina per coleotteri nel contenitore. Puoi anche aggiungere alcuni pezzi di legno. Rimuovi la femmina dal suo contenitore di accoppiamento e posizionala sopra l’humus. Devi stare attento a quanto a lungo la lasci qui. Più a lungo la lasci, più uova saranno probabilmente deposte. Le femmine possono depositare fino a 100 uova se lo spazio lo consente. La femmina può impiegare fino a 1 mese prima di iniziare a deporre le uova. Devi stare attento con i tuoi tempi.

LEGGI ANCHE:  Ragno violino: tutto quello che devi sapere su questo ragno italiano

Scarabeo ercole prezzo e vendita

  • Scarabeo ercole prezzo: il costo di questo scarabeo gigante può variare moltissimo. Si va dagli 80 fino ai 100 euro per gli adulti, mentre le larve dai 15 ai 50 euro, in base allo stadio.
  • Scarabeo ercole vendita: spesso si può trovare questo insetto nelle fiere rettili, ma anche da allevatori.

 

Continue Reading

Insetti e Aracnidi

Ragno violino: tutto quello che devi sapere su questo ragno italiano

Published

on

Ragno violino visto da sopra Ragno violino: tutto quello che devi sapere su questo ragno italiano

Ragno violino: ormai diventato il più famoso tra i ragni italiani. È davvero pericoloso? Scopriamo insieme quello che c’è da sapere su questo aracnide.

Il ragno violino è ormai un protagonista frequente della cronaca italiana. Sempre più spesso si parla di questo ragno, spesso creando anche inutili allarmismi. Fatto sta che tra i ragni italiani, il violino è quello che in caso di morso può effettivamente procurare conseguenze più serie. Ultimamente il messaggero ha riportato la notizia di un vigile urbano che è stato morso da un ragno violino in provincia di Terni. Ma sono in crescita le notizie che si diffondono sul web su questo aracnide, molte di queste false o esagerate. Per questo è bene fare un po’ di chiarezza in merito.

Identikit del ragno violino: dove si trova e come riconoscerlo.

Il nome scientifico del ragno violino è Loxosceles rufescens. Si tratta di una specie endemica dell’area mediterranea, quindi originaria di questi luoghi e non importata accidentalmente come spesso si crede erroneamente. Infatti, questo ragnetto di piccoledimensioni, 9 mm di corpo e 4-5 cm con le zampe, viene te confuso con i più pericolosi ragni eremiti americani Loxosceles reclusa e Loxosceles laeta, che effettivamente appartengono allo stesso genere, ma non sono presenti in Italia o in Europa.

Ragno violino visto da sopra Ragno violino: tutto quello che devi sapere su questo ragno italiano

Di Antonio Serrano [GPL], attraverso Wikimedia Commons

È di colore marrone chiaro e si distingue per una macchia che ricorda vagamente un violino, il che è anche all’origine del nome comune di questa specie. Una delle caratteristiche di questo ragno è che a differenza della maggior parte degli altri ragni, possiede solo 6 occhi (gli altri ne hanno normalmente 8). Le sue zampe allungate e sottili sono appiattite il che gli consente di nascondesi in maniera più agevole in piccole fessure e anfratti. Questa specie non tesse la tela, o meglio non la comune tela che tutti attribuiscono ai ragni, infatti genera solo dei filamenti disposti nei sui rifugi.

LEGGI ANCHE:  Scarabeo ercole: prezzo e allevamento

Ragno violino Italia: dove si trova?

Ragno violino dove si trova? Si tratta di una specie molto comune, diffusa in tutta la penisola. Abita luoghi caldi e asciutti, tipici dell’ambiente mediterraneo. Questo ragno si è perfettamente adattato alla vita nelle zone urbanizzate, quindi è molto comune nelle abitazioni perché presentano un clima stabile durante tutto l’anno e quindi garantiscono all’aracnide un luogo ideale dove prosperare. Tuttavia non è facile vedere questo ospite, infatti ha un comportamento piuttosto schivo e abitudini notturne. Durante il giorno vive rintanato negli anfratti, specialmente in luoghi dove sono presenti tessuti di vario genere. Avendo un aspetto abbastanza anonimo e simile a quello di altre specie di ragno (almeno per i meno esperti), molte persone credono di averlo visto e invadono i forum e i gruppi Facebook chiedendone il riconoscimento. Tuttavia nella maggior parte dei casi il protagonista delle foto non è il ragno violino, ma esemplari di altre specie innocue che hanno solo la sfortuna di somigliargli.

Ragno violino morso: è veramente pericoloso?

Le notizie di cornaca che hanno portato alla ribalta questa specie e ne hanno fatto un nemico famigerato di quanti temono di avere un’infestazione di questi animali in casa, hanno contribuito a creare una sorta di psicosi generale che va a discapito di tutti i ragni italiani che invece sono estremamente utili per il nostro ecosistema e vanno rispettati.

Ma il ragno violino è veramente pericoloso? Sicuramente è il più pericoloso tra i ragni velenosi in Italia, nel senso che tra tutti quelli presenti nel nostro paese è quello che può provocare conseguenze più serie dal punto di vista medico. Il veleno di questa specie è citotossico, quindi agisce disgregando i tessuti a ridosso della zona interessata dal morso. Nella maggior parte dei casi le conseguenze  sono minime e localizzate, quindi si risolvono senza implicare particolari conseguenze. In altri casi invece la necrosi provocata dal morso può espandersi e generare infezioni di natura rilevante. Tuttavia questo avviene maggiormente in soggetti debilitati o sensibili alla tossina prodotta da questo aracnide.

LEGGI ANCHE:  Baco da seta: caratteristiche, storia e allevamento

Bisogna avere paura del ragno violino?

Non è possibile definire precisamente quanto i morsi del ragno violino siano rilevanti da un punto di vista medico perché la casistica è al quanto scarna. Infatti spesso il morso di questo aracnide è equiparabile a quello di altre specie e non è possibile accertare che si tratti proprio di lui. In più, il morso di ragno in questo caso è indolore e asintomatico per le prime 24/48 ore, quindi sovente chi viene morso non se ne accorge. Tuttavia i casi di morso accertati in tutta Italia sono pochissimi.

Quindi, no, non dobbiamo temere il ragno violino. Tutto questo clamore intorno a questa specie è solo frutto di una certa stampa che tende al “sensazionalismo”. Questo ragno può essere pericoloso così come lo sono altre specie animali più comuni.

In ogni caso se sei stato punto da un ragno è importante che che tu vada in ospedale per farti controllare.

Immagini ragno violino:

E tu hai mai visto un ragno violino? Raccontaci la tua esperienza nei commenti. 

Fonti:

WordPressua.uark.edu

Continue Reading

Trending